Come installare mangiatoie e bagnetti per uccelli

Come installare mangiatoie e bagnetti per uccelli in giardino

Con l’articolo precedente abbiamo descritto come si scelgono e posizionano i nidi, oggi ci occupiamo di cibo, mangiatoie e bagnetti per ottenere un habitat perfetto, su misura per gli uccelli del vostro giardino.

Per prima cosa dobbiamo sapere che gli uccelli, a seconda della specie, si possono cibare di semi, piante, frutti o insetti. Discorso a parte per i predatori che si nutrono di rettili, mammiferi ed anche di altri uccelli e delle loro uova. Tuttavia la maggior parte degli uccelli è onnivora.

È la forma del becco a rivelarci quali uccelli preferiscono i semi e quali gli insetti. Il becco dei granivori è corto e robusto, adatto per sbucciare i semi, il becco degli insettivori invece deve entrare nella corteccia degli alberi e nel terreno, per questo è appuntito e sottile, a volte anche molto lungo. I rapaci, infine, hanno il becco ad uncino utile per lacerare la carne della preda.

Una cosa da sapere è che nel periodo di allevamento tutti gli uccelli diventano insettivori per alimentare i loro piccoli con proteine facili da ingoiare.

 

Cosa mangiano gli uccelli

L’alimentazione fornita dall’uomo è complementare perché non è mai completa come quella che gli uccelli trovano in natura, però può essere anch’essa naturale e appetibile.

Uccelli granivori

In commercio esistono miscele di granaglie studiate e preparate con selezioni di semi autoctone e quindi molto appetibili per gli uccelli del territorio (mais, orzo, miglio, canapa, scagliola, lorieto, avena, panìco, girasole, ecc.). Anche le bacche, le verdure e i frutti sono utili per integrare l’alimentazione dei nostri piccoli amici (bacche selvatiche, arachidi, noci, mandorle, pinoli, ortaggi, uvetta e frutta secca, ecc.).

Uccelli insettivori

Anche per queste specie esistono numerose soluzioni disponibili in commercio dai pastoni di frutta e insetti ai burri o paste di arachide, dalle palle di grasso agli insetti vivi o liofilizzati. Spesso in sostituzione degli insetti si usano i gamberetti di acqua dolce

 

Cosa bisogna evitare

La prassi di mettere nelle mangiatoie mollichine di pane è piuttosto diffusa, quanto pericolosa perché le molliche si gonfiano e crescono a dismisura nello stomaco degli uccelli fino ad ostruire il loro piccolo apparato digerente. Se proprio si vuole aggiungere del pane, che tuttavia resta un alimento poco indicato, è bene farlo con briciole secche o con mollichine già bagnate in modo che non possano più aumentare di volume nello stomaco degli uccelli.

Inoltre non fornire mai latte, cibi salati e scarti della nostra alimentazione perché gli uccelli potrebbero anche cibarsene ma i condimenti in essi contenuti sono per loro un veleno.

 

Quali mangiatoie scegliere

Ne esistono di molti tipi, sia da appendere che da collocare sui muri.

Le mangiatoie classiche da appendere sono le più indicate e possono contenere qualsiasi tipo di cibo. Ne esistono di varie fattezze, materiali e dimensioni.

I dispenser multiuso da appendere sono di varie forme e dimensioni e sono adatti per il consumo di cibi specifici, generalmente grassi, ma anche granaglie, arachidi e noci.

Le mangiatoie a parete, anch’esse di varie forme, materiali e dimensioni da installare sui muri vicino a siepi e arbusti oppure su balconi, terrazze e ringhiere sempre in vicinanza di siepi e cespugli.

 

Dove e come posizionare le mangiatoie

  • Possibilmente sempre in prossimità di siepi, cespugli o arbusti, alberi molto ramificati (meglio se sempreverdi).
  • Al riparo da venti forti e dalla pioggia.

Le mangiatoie vanno fissate saldamente al tronco di un albero o su una parete, oppure appese con una cordina non troppo lunga in modo da limitare l’oscillazione. Il luogo va scelto dopo aver selezionato la posizione migliore (la più appartata possibile).

Oltre che ai rami le mangiatoie possono essere appese anche su apposite aste appoggiate a terra, o collocate su pali con base a tre piedi, studiati per ospitare anche il bagnetto.

Una mangiatoia appesa offre decoro all’ambiente e in genere tende a proteggere il cibo dagli agenti atmosferici risultando al tempo stesso selettiva verso le specie che vogliamo attirare o che vogliamo respingere. Mangiatoie piccole per piccoli uccelli, medie o grandi a seconda della taglia dei volatili che intendiamo avvicinare al nostro giardino.

Una volta installate le mangiatoie non vanno spostate, l’unica operazione da compiere con costanza consiste nel rinnovare gli alimenti che devono essere sempre freschi.

L’acqua e i bagnetti

Gli uccelli hanno un grande bisogno di acqua, non solo per bere, ma anche per farci il bagno. Sembra incredibile ma i nostri piccoli amici quando l’acqua è gelata, durante i freddi inverni, muoiono di sete esattamente come durante le estati torride.

Gli uccelli cercano l’acqua per fare il bagno tutti i giorni perché è con il bagno che si liberano dei parassiti e si puliscono le piume che così restano morbide e voluminose.

Le vaschette, sia per bere che per il bagno, vanno posizionate in basso e riempite sempre con acqua fresca. Sono più efficaci le vaschette removibili che si possono portare sotto l’acqua corrente per essere lavate con una spugna, senza usare detersivi, prima di essere riempite.

In commercio esistono vaschette di vari materiali e forme, efficaci anche per decorare l’angolo del giardino e resistenti al ghiaccio.

Se volete conoscere gli accorgimenti per installare anche nidi e casette potete leggere: Come posizionare nidi e casette per uccelli in giardino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *