IKEBANA 生け花

bouquet mimosa
8 MARZO – FESTA DELLA DONNA
3 Novembre 2019
Mostra tutto

IKEBANA 生け花

ikebana

Arte giapponese che consiste nella disposizione di fiori ed altri elementi vegetali a fini decorativi e religiosi

voce giapponese che significa “disporre fiori“, composto da ike lasciare in vita e bana fiore – quindi più propriamente significa “fiori viventi”. In kanji è scritta “生け花”.
È un’arte tradizionale giapponese: si dispongono i fiori sul vaso esprimendo il proprio animo. Chi guarda l’arte apprezza la bellezza e ama la preziosità della composizione. Ikebana deriva dal buddismo: portare fiori all’altare è una pratica buddista. In documenti dell’epoca Heian (dall’794 all’1191) si può già leggere dell’amore della gente nobile per le composizioni di fiori sul vaso; nell’ultimo terzo dell’Epoca Edo (dal 1603 al 1867), si diffuse anche fra il popolo. C’è un proverbio: “fiore è l’animo umano”. Quando si dispongono dei fiori si cerca una sensazione, oppure l’espressione di una bellezza ideale. E quando si guardano le opere di ikebana, si deve essere educati. Prima di vedere, si fa un inchino all’opera. E dopo di vedere, si saluta chi l’ha fatta. Nell’ikebana, si rispettano le regole della buona creanza. L’ikebana è un’arte tradotta da pochi decenni in Italia, che non appartiene alla nostra tradizione ma di cui si sente spesso parlare quando si è in argomento di composizioni floreali, e che propone dei nuovi occhi. Infatti l’ikebana ricerca una bellezza essenziale molto diversa dalla nostra solita concezione di bellezza in quest’ambito: il grasso e costosissimo fascio di centouno rose rosse a gambo lungo, dal punto di vista dell’ikebana è sciatto, rumoroso ed esagerato. Ammiriamo con rispetto come questa arte rappresenta con precisione un’idea alta o un profondo sentimento unendo insieme rami, foglie e fiori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *